San Sebastian mon amour
Spagna City Break On the Road

San Sebastian mon amour

Scompisciometro

5 - voto medio su un totale di 1 voti

  • Eccellente
    1
  • Molto buono
    0
  • Medio
    0
  • Scarso
    0
  • Terribile
    0

Ho visto San Sebastian anni fa, durante un viaggio di lavoro e solo per due serate, accompagnata da un gentilissimo collega del luogo che mi ha iniziata al monto dei Pintxos baschi, le meravigliose tapas che adornano i banconi dei bar della città. Questo vivido e gustoso ricordo mi ha accompagnato per anni insieme all’idea fissa di ritornare in quella che mi era sembrata una bella città con la voglia di vedere la mitica spiaggia della Concha in una giornata di sole e tuffarmi a tapear.

Questo chiodo fisso si tramuta nell’allungamento del viaggio in terra francese con la tappa più distante in terra basca, che ci accoglie con un sole meraviglioso e una luce pazzesca che fa risaltare tutti i dettagli. ( se siete dalle parti di Bordeaux perché non farlo?!?)

Sarà la luce, il mare che spumeggia, le persone felici in giro, la passeggiata per arrivare in centro e la Concha, ma accade il miracolo e Giovanni dichiara, per la prima volta da quando siamo insieme, che lui lì potrebbe anche viverci!!! Questa si che è una dichiarazione d’amore….

Di San Sebastian ci si innamora subito per questi pochi e semplici motivi:

  • LA CONCHA: la definiscono la più bella spiaggia cittadina del mondo, varie sono le visuali per poterla ammirare, ma io consiglio la più divertente: tuffatevi in acqua. Grazie alla forma e all’isola davanti l’acqua non è così fredda e non arrivano onde alte; ci si butta, ci si volta e la spiaggia con la città sono davanti ai vostri occhi….meraviglioso.
 Consigli: non aspettatevi ombrelloni E cercatevi di trovare un punto di riferimento per trovare il vostro asciugano…impresa per nulla semplice 

Se arrivate dalla spiaggia della Zurriola a est o volete andarci fate almeno una volta la passeggiata sul mare che costeggia il monte Urgul con bellissimi panorami.

  • I PINTXOS: per me i pintxos sono l’UPGRADE delle tapas spagnole, queste ultime sono una versione mignon di piatti spagnoli, i pintxos possono diventare veri e propri piatti ricercati ed elaborati. La città è piena di bar che li servono (farò un post apposito sui quelli provati) e sono pieni di delizie e di gente, che poi si riversa in strada a consumare, bere, ridere e godersi la serata.
 Consigli: non lasciatevi scoraggiare dalla ressa perché la gente arriva, consuma e va e quindi un posto poi si libera,  ma non pensate che sia sempre necessario trovare un tavolo e sedersi. Noi in due sere abbiamo girato bar diversi, mangiando cose diverse e sedendoci 2 volte soltanto…il bello è lanciarsi, sgomitare un po’, incrociare gli occhi del cameriere per ordinare da bere e capire se il piatto va dato al cameriere per scaldare i pintxos  oppure solo pagato. Astenersi fighetti che se non hanno il tavolino non si sentono a loro agio! 
  • LA LUCE: la luce in questa città riesce a diffondersi in maniera speciale e fa risaltare le architetture dei palazzi liberty che la caratterizzano e si colorano al sole. La luce illumina le onde che si infrangono sulle passeggiate. Per chi affronta la città durante le mareggiate lo show delle onde oceanico è assicurato.
 Consiglio: salire sul Monte Urgul o Monte Igueldo per poter ammirare la città dall’alto .

E se volete buttarvi nella baldoria prendete nota che nella settimana del 15 Agosto c’è la Semana Grande, festa che coinvolge tutta la città!!!

Ci sarà sicuramente altro da vedere come monumenti e si può fare una gita a Bilbao, ma non è per quelli che ci si innamora e si vorrebbe tornare…io ancora sogno un OneMore Pintxos!!

Editors' pick

HOTEL RECORD, Calzada Vieja 35. 5 minuti a piedi dalla Zurriola, 20 dal centro. Parcheggio, prezzo umano per essere Agosto, accoglienza cordiale da pensione italiana in riviera, camere ampie.

Scopri l'Hotel

City Break

On the Road

Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

LEAVE A COMMENT

One More Of Me