CROAZIA BIGNAMI
Croazia On the Road

CROAZIA BIGNAMI

Scompisciometro

4.7 - voto medio su un totale di 3 voti

  • Eccellente
    2
  • Molto buono
    1
  • Medio
    0
  • Scarso
    0
  • Terribile
    0
La Croazia ci ronzava nella testolina da un po’ di stagioni, ma poi il destino ci aveva portato altrove; quest’anno, complice budget e tempo, è stata invece scelta da Jo come meta dell’estate 2018…e quindi inauguriamo i nuovi lavori del blog con il nostro ultimo viaggetto.
Jo, ho preparato l’itinerario, vuoi vederlo insieme?Marika
No. Quest’anno voglio viverla al momento, giorno per giorno, facendomi sorprenderJo
e

Quindi non ti anticipo nulla…magari ti dico solo che devi portarti il costume da bagno…Marika
Wow…quest’anno qualche giorno di mare a crogiolarsi un po’!Jo
Si confermo, ma te lo dovrai conquistare…prima ci sarà da camminare. Come sempre!Marika

Itinerario di massima
Plitvice – Zara – Spalato – Dubrovnik -Sibenik – Rab -Krk
E si ritorna via Trieste….
Consigli generali:

 DURATA:  15 giorni ci hanno permesso di partire in auto dal nord Italia ed arrivare fino a Dubrovnik + ritorno, toccando le tappe che ritenevo fondamentali ed avere qualche giorno finale per il mare. Ma ho dovuto fare dei tagli e saltare totalmente Zagabria, l’interno e l’Istria, con molti posti meravigliosi che terrò per il prossimo viaggio. Quindi tempo sufficiente, ma non per tutto!

 AUTO-ORGANIZZAZIONE O NO?:  ma si ragazzi partite soli, in coppia, con gli amici del cuore, con famiglia o nipoti…come volete. In qualsiasi caso troverete una Croazia pronta ad accogliervi. E poi tanto capiscono l’italiano, e quindi sarete facilitati.

 CLIMA:  mediterraneo…ventilato…ormai questo tema richiede più fortuna che conoscenza! La cosa positiva è stata l’assenza delle zanzare!

 STRADE E GUIDA:  le strade sono in ottime condizioni e a parte alle frontiere non abbiamo trovato traffico o code. Saltando l’Istria è possibile entrare in Croazia senza passare dalle autostrade in Slovenia che richiedono la vignetta. Uscite a Padriciano dall’autostrada in Italia e seguite per Fiume-Rijeka. Si può pagare con kune o euro, quindi comodo se non si è ancora fatto il cambio e non costano tantissimo. Ci sono poi le statali, più interessanti e varie dell’autostrada che corre all’interno da nord a sud. Una delle strade più belle è quella che, uscendo dalla Bosnia, conduce a Dubrovnik, abbarbicata sulla costiera rocciosa e affacciata sul mare blu.
Se arrivate a Dubrovnik dovrete passare dalla Bosnia (o farvi un giro molto + lungo con un traghetto). Potrebbero voler vedere: carta verde e se la macchina non è a voi intestata anche l’autorizzazione all’espatrio. A noi non hanno chiesto nulla se non i nostri passaporti…boh…saremo stati fortunati!
Parcheggiare nelle città è un reale caos! Io ho scelto tuti alloggi che permettevano di mollare l’auto e raggiungere il centro con belle passeggiate per evitare di rimanere imbottigliati nel traffico.

 ALLOGGIO:  la Croazia non è più la metà super economica di 10 anni fa ed è la patria di affittacamere o appartamentini. Considerando che i croati sono circa 4 mln, le case per le vacanze sono almeno il doppio…. Gli hotel sono in generale cari, mentre le altre soluzioni sono più vantaggiose e si possono trovare buoni rapporti qualità/prezzo. Nelle località super turistiche i prezzi sono alti, quindi se volete trovare un buon compromesso è meglio muoversi in anticipo. In ogni caso gli alloggi non mancano e si può trovare anche una soluzione last minute. Io e Jo ci siamo trovati bene ovunque e con una chicca speciale sull’isola di Rab.

 CIBO:  non rimpiangerete così tanto la cucina italiana poiché troverete comunque delle ricette che la richiamano, tra cui la grande quantità di risotti con il pesce. I classici cevapcici dei Balcani sono ovunque, così come carne e pesce alla griglia. Tipicità che abbiamo assaggiato: carne cotta nella peka sotto la brace, maialino allo spiedo che vedrete girare davanti ai ristoranti, la torta di Rab e i surlice (pasta fatta in casa tipo i nostri maccheroni al ferretto, tipici dell’isola di Krk). Per gli irriducibili sappiate che troverete la pizza ovunque e in taluni casi anche molto buona. Noi a pranzo spesso ci portavamo qualcosa di pronto o compravamo i borek, paste sfoglie con vari ripieni che potete trovare nelle panetterie o supermercati, buonissime ed economicissime.

 PAGAMENTI:  le regole sono semplici: meglio kune che euro, kune da prelevare o cambiare in loco, meglio banca che cambia valute. Praticamente quasi tutti i ristoranti e quasi nessun affittacamere
accettano carte credito. Possibile prelevare con i circuiti cirrus e maestro…

 COSA PRENOTARE PRIMA?  Direi nulla di indispensabile. Pur in agosto con la calca dei turisti c’erano ancora cartelli di camere libere. Io, visto il poco tempo a disposizione da non sprecare alla ricerca di un alloggio, e la voglia di lasciare la macchina per essere abbastanza vicina da girare il centro a piedi, ho sacrificato la flessibilità e prenotato tutto. Ma voi potete arrivare e decidere in libertà!!
Qualche numerello per aiutarvi a fare una stima del budget:

ALLOGGIO: 79 EURO a notte in coppia. In 4 casi avevamo l’appartamento completo ed 1 con piscina condivisa (un vero gioiello…). Tutti i posti ci hanno dato l’opportunità di abbandonare l’auto per le visite della città, un plus da non sottovalutare.

CIBO: 45 EURO al giorno in coppia. Pochino, ma non siamo dei super mangioni e qualche pranzo al sacco aiuta a contenere le spese ed è utile durante la gita ai parchi o in spiaggia

TRASPORTO: 18 EURO al giorno benzina + autostrade+ traghetti. Anche la parte italiana fino a Trieste

VARIE: e per tutto il resto 33EURO al giorno tra entrate, gite, regali

KM 2500 di pura libertà in giro, con bellissime cascate, strade lastricate così lucide da potersi specchiare, mura possenti da scalare e una OneMoreOf spiaggia con il mare cristallino da scovare…

On the Road

Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

LEAVE A COMMENT

One More Of Me