PASSEGGIANDO PER TOLOSA
Francia City Break On the Road

PASSEGGIANDO PER TOLOSA

Scompisciometro

0 - voto medio su un totale di 0 voti

  • Eccellente
    0
  • Molto buono
    0
  • Medio
    0
  • Scarso
    0
  • Terribile
    0
Editors' pick

L'entrepotes Posizione ideale, posto piccolo e simpatico ma soprattutto una cucina innovativa e uno strano modo di gestire il menù....sicuramente da provare!!!

SCOPRI IL RISTORANTE
Scrivo questo post sperando di accompagnarvi in una bella passeggiata nella città francese di Tolosa; non molto turistica ma sicuramente con molte cose da vedere e in posizione strategica se si vuole raggiungere la costa basca spagnola o fare un giro nel sud della Francia.

 Partite dalla basilica di San Saturnino , patrimonio UNESCO, piena di pregevoli dettagli e con una torre campanaria sicuramente fuori dall’ordinario essendo ottagonale e piena di bifore; nel riguardare le foto mi ricorda l’abbazia di Chiaravalle!

Dopo un’immersione nell’architettura religiosa si può prendere Rue Du Taur, chiamata così perché leggenda la identifica nel luogo del martirio di Saturnino trascinato da un toro. Si comincia a entrare nel cuore della città e sentire l’atmosfera lontana dall’opulenza dei grandi viali parigini; qui si respira un’aria più raccolta e vicina al mediterraneo, anche grazie alla presenza delle facciate in mattoni che valgono alla città l’appellativo di città Rosa.

Alla fine della via lo sguardo si apre sulla bellissima Place du Capitole, fulcro della città; se guardate la pavimentazione vi trovate il simbolo della regione ovvero una croce occitana e le rappresentazioni dei segni zodiacali. Il Capitole, sede del municipio, si può attraversare per raggiungere square de Gaulle, tranquilla e verde dove ha sede l’ufficio del turismo, ma si può anche visitare salendo dagli scaloni d’onore per ammirare alcuni affreschi.

Percorrendo Rue Saint-Rome Changes si incrocerà Rue de Metz ed io consiglio di andare a sinistra per visitare il Museo degli Agostiniani dedicato alla pittura e scultura , ma anche il chiostro è estremamente pregevole; se invece non siete interessati proseguite fino a raggiungere la cattedrale di St Etienne dalla bizzarra facciata asimmetrica.

Immergetevi sempre più nell’atmosfera rilassata e romantica di questa città prendendo Rue Croix Baragnon (le vostre guide vi racconteranno in dettaglio i palazzi lungo questa via) e dirigetevi verso la Garonna.  Consiglio di vedere questa parte della città nel pomeriggio  per svariati motivi:

  • Place de la Daurade e il lungofiume diventano molti romantici all’imbrunire, con le luci della città che si accendono (secondo voi perché ho scelto quella foto ad apertura per il post?!?!)
  • Vicino a Quai Lombard trovate una stradina parallela, ottima tappa per chi è alla ricerca di ristoranti particolari per una piacevole serata (spiate sotto il nostro indirizzo)
  • All’hotel d’Assezat, definito uno dei più bei palazzi rinascimentali d’Europa, residenza di un facoltoso mercante, nell’estate del nostro viaggio c’era uno spettacolo serale nel cortile, con la proiezione laser della storia della città. Bellissimo e coinvolgente
Marika ma è presto…che si fa prima di cena e dello spettacolo?Jo
Jo hai ancora voglia di camminare? Non c’è problema perché questa città nasconde altre cose da vedereMarika
Bene allora proseguiamo nella passeggiata o godiamoci questo piacevole climaJo

Se avete ancora tempo e come il mio scompiscè non siete stanchi, dal lungofiume potete avventurarvi alla scoperta del complesso Les Jacobins, poco a nord; nel chiostro e nella chiesa troverete pietre rosate ed ocra che sono armoniosamente in sintonia con tutta la città

Ovviamente dovete anche  attraversare il Pont Neuf, per andare a curiosare dall’altra parte della Garonna  o andare al Museo di arte moderna e contemporanea, istallato nei vecchi mattatoi della città restaurati sapientemente.

Noi non siamo riusciti ad entrare in tutti i complessi vista la nostra unica giornata a disposizione…ma chissà che il nostro destino non incroci ancora quello di questa città.

Si può fare shopping comprando qualche prodotto artigianale, tinto con il famoso Pastel, ci sono tantissimi palazzi storici che una passeggiata con una guida potrà svelare, altri musei come quello di storia naturale e non troppo distante c’è la città dello Spazio, dove con proiezioni e modelli di navicelle, i bambini, ma anche i grandi appassionati di volo, possono sicuramente divertirsi.

Quindi Tolosa non è da snobbare, anzi, può riservare piacevoli sorprese…come due ragazzi al bordo fiume che si guardano e sono felici…alla prossima OneMoreOf passeggiata cittadina con gli scompiscè.

 

 

City Break

On the Road

Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

LEAVE A COMMENT

One More Of Me